INDICE MULTIMEDIALE

 

 

 

 Dalla preistoria al Medio Evo

In questi capitoli si racconta la formazione del territorio, i Longobardi, la nascita del nome di Vigevano, gli antichi itinerari e un curioso capitolo sull’anno Mille.

 

 

 - Il Trecento

Le trasformazioni del borgo, la prima roggia con i suoi mulini, le fortificazioni, l’espansione della potenza dei Visconti, le antiche chiese di Santa Maria Intus Vineas e San Francesco, oltre a un interessante personaggio, medico ingegnere.

 

 

 - Il Quattrocento

L’altra antica chiesa di San Pietro Martire, il passaggio alla dinastia degli Sforza con lo sviluppo dei monumenti più ricchi e importanti della città. L'evoluzione delle attività imprenditoriali dall’agricoltura alla lavorazione della lana. Il sogno della città ideale e la sua splendida corte.

 

 

 - Il Cinquecento

Arte e cultura, conventi e chiese. L’appassionato governo di Gian Giacomo Trivulzio, con gli splendidi arazzi dei Mesi, intensa fotografia della vita quotidiana e del lavoro. E poi l’ultimo Sforza con i suoi splendidi doni alla Cattedrale. Il racconto si chiude con un bizzarro capitolo sulle credenze astrologico-esoteriche dei grandi.

 

 

 - Il Seicento

Il fervore religioso delle confraternite e le loro molte chiese. Alla riscoperta della figura fulgida del Vescovo Caramuel, con i suoi molteplici interessi. Due capitoli sul restauro di libri e monumenti e una proposta che incoraggia lo spettatore all’osservazione attenta di un’opera d’arte.

 

 

 - Il Settecento

L’industria della seta, i doni dei benefattori e la storia degli antichi ospedali con l’importante collezione d’arte. Dagli Austriaci con San Giovanni Nepomuceno al regno di Sardegna fino ai clamorosi sconvolgimenti della dominazione napoleonica.

 

 

 - L'Ottocento - (novità)

Un secolo pieno di risorse per Vigevano. Raccontiamo la coltura del riso, la nascita delle prime banche, la creazione del ponte sul Ticino e la nascita della ferrovia.  Il teatro Cagnoni e la storia delle famiglie che hanno mosso l'economia cittadina. L'origine dell'industria a Vigevano. La grande fabbrica Cascami seta e un interessantissimo capitolo sulla lavorazione del cotone.

 

 

- Il Novecento - (novità)

La scarpa: un mito. A cavallo tra l'Ottocento e il Novecento, inizia per Vigevano un'affascinante storia che porterà la città a meritare il titolo di Capitale della calzatura. La centrale elettrica, le prime fabbriche, gli artigiani, gli industriali, l'industria meccano - calzaturiera, il boom economico. Un capitolo intenso, emozionante, sullo scrittore Lucio Mastronardi. Concludiamo questo lungo racconto con un omaggio al Parco del Ticino.

 

 

© 2014